Didattica personalizzata

Una didattica rivolta all’alunno deve essere attenta alla diversità degli  stili e dei tempi di apprendimento di ciascuno. L’Istituto, impegnandosi a valorizzare le caratteristiche di ognuno, riconosce il principio della diversità che fa di ogni alunno una persona irripetibile. Pertanto, in relazione alle varie tipologie e caratteristiche delle classi, ogni Consiglio di Classe si propone di applicare i metodi e le strategie più idonee per la personalizzazione del gruppo e/o del singolo.

Strategie per la personalizzazione:

  • per migliorare l’attenzione: uso di audiovisivi, prove di ascolto, sollecitazione dell’alunno tramite domande da  parte del docente;
  • per migliorare l’interesse, l’impegno e la partecipazione: lavori di gruppo con precisa consegna, discussioni guidate;
  • per migliorare la capacità di concentrazione: attività di osservazione, esercizi alla lavagna svolti dall’allievo con aiuto e spiegazione personale dell’insegnante;
  • per migliorare la capacità di organizzare il lavoro scolastico: controllo continuo dei quaderni, stabilire i tempi per l’adempimento delle consegne; invito a prendere appunti
  • per migliorare il metodo di studio e il ritmo di apprendimento: esercizi individuali, spiegazione personale degli errori commessi nelle verifiche; uso di grafici e tabelle per fissare i contenuti; costruzione di mappe concettuali; consegna di materiali aggiuntivi; stimolare la richiesta di soluzioni alternative e personali; lezioni di recupero da svolgersi sia durante le lezioni del mattino sia durante lezioni da effettuarsi nel pomeriggio o sabato mattina previa comunicazione sul libretto personale;
  • per migliorare il comportamento di mutuo rispetto nel gruppo: discussioni guidate, coinvolgimento nelle problematiche della classe e nelle proposte di soluzione; proposte di attività volte a sviluppare un clima di fattiva collaborazione, di tolleranza e di solidarietà; giochi e attività di squadra; momenti di riflessione sulla necessità delle regole e del loro rispetto
  • per migliorare la capacità di autovalutazione: analisi dell’errore da parte dell’alunno e proposte di correzione, guida alla valutazione del proprio operato attraverso degli indicatori e con l’ausilio dell’insegnante della classe; invito alla riflessione sulle proprie emozioni e attitudini; invito a gestire in modo costruttivo il successo e l’insuccesso

Con gli allievi che manifestano disagi dovuti invece a problemi personali, gli insegnanti cureranno ancora di più il rapporto interpersonale con l’alunno poiché non si possono raggiungere obiettivi di alcun genere se oltre all’allievo non si considera la persona nella sua totalità.

©2014 Istituto Gaspare Bertoni | Viale Cadore, 59 - 33100 Udine - Tel. (+39) 0432-408100 - Fax (+39) 0432-408297 - p.iva 00671830230

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi