La residenza, ridente e funzionale, comprende stanze singole con servizi, ampi spazi per le attività ricreative e sportive, aule spaziose e luminose. Il Convitto ha una storia più ampia dell’edificio che oggi lo ospita, singolarmente legata a quella della stessa Università udinese.

IERI

La sua prima sede fu infatti proprio lo storico palazzo Antonini, situato nel cuore della città e oggi sede dell’Università. Palazzo Antonini L’edificio, uno dei migliori palazzi signorili di Udine, edificato alla fine del Cinquecento, nel 1898 fu ceduto ai Padri Stimmatini dall’Arcivescovo di allora, Mons. Zamburlini, con il compito di fondare e dirigere un Convitto Arcivescovile che Udine ancora non aveva. I Padri Stimmatini erano giunti a Udine carichi di una forte esperienza educativa secondo il carisma di Gaspare Bertoni, un Santo vissuto a Verona che aveva guidato generazioni di giovani nei ricreatori e nelle scuole. Al Convitto furono aggiunte da subito le scuole elementari, in seguito l’istituto tecnico, quindi le medie e il liceo scientifico nel 1939.

Con l’avvento dell’Università a Udine, l’edificio con tutta l’area contigua fu ceduto al Consorzio per gli studi universitari. DSC06672Così il Convitto e le Scuole Bertoni nel 1971 si trasferirono nel nuovo ed attuale edificio nel “centro studi”.

OGGI

Il “Campus Universitario”, aperto a studenti e studentesse, è amministrato dall’Istituto Bertoni. cropped-DSC03566.jpg

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi